Fuga dall’Acropoli, un’avventura testuale ambientata nell’antica Grecia

Fuga dall'AcropoliDa qualche giorno è online Fuga dall’Acropoli, la seconda avventura testuale della serie dei viaggi nel tempo scritta e programmata dai ragazzi che frequentano il corso di videogame design (e programmazione a oggetti) che tengo da qualche anno all’Istituto Marconi di Imperia insieme ai docenti Gabriella Spanò, Umberto Sisia, Paolo Russo. Il gioco, come al solito gratuito e multipiattaforma, si può scaricare dal sito dell’host ufficiale OldGamesItalia, che lo ha inserito nel database ufficiale delle opere italiane di interactive fiction (ex IF Italia). Qui a fianco potete vedere la splendida copertina disegnata da Anna Pesce e colorata da Simone Daraghiati.

Chi ha giocato l’avventura precedente, In cerca di Tesla (anche questa disponibile su OldGamesItalia), ricorderà che alla fine della storia, dopo l’incontro con il celebre inventore, il giocatore riusciva a rimettere in moto la macchina del tempo, ma senza sapere dove lo avrebbe portato, a causa del sovraccarico di energia causato dai fulmini generati dall’apparecchio di Tesla.

Ora, un anno dopo, con l’uscita del nuovo gioco, si scopre di essere arrivati nell’antica Grecia, ai tempi della guerra del Peloponneso. Scambiato per una spia persiana, il giocatore, giunto nei pressi dell’Acropoli, viene imprigionato, mentre la macchina del tempo viene portata (e nascosta) chissà dove. Scopo dell’avventura: ritrovare la libertà e anche il marchingegno necessario a continuare il viaggio nella quarta dimensione, nella speranza prima o poi di tornare a casa, nel XXI secolo.

Una piccola lezione di storia interattiva

Essendo stato programmato a scopo didattico e divulgativo, per avvicinare i ragazzi al mondo della lettura e della scrittura, oltre che dell’avventura, si tratta di un gioco volutamente semplice che, come notato da Leonardo Boselli nel suo ottimo videogameplay, trabocca di aiuti ed è abbastanza snello come allestimento. Non mancano però le cose da fare e l’ambiente dell’Acropoli ateniese è stato ricostruito minuziosamente. L’obiettivo era di proporre (anche) una piccola lezione di storia interattiva: del resto il mondo dell’antica Grecia è ricco di spunti romanzeschi, per non dire avventurosi.

Del gioco ha parlato diffusamente il quotidiano Il Secolo XIX, che da tempo segue le iniziative dell’Istituto Marconi: online si trovano sia l’articolo di presentazione di Annalisa Rimassa che il post evento (con videointervista al sottoscritta) realizzato da Giulia Cassini alla presentazione di Fuga dall’Acropoli che si è tenuta il 4 maggio all’auditorium del Museo Navale di Porto Maurizio. Sanremo News, Riviera24, Imperia Post, Giornale Metropolitano, Rete Genova sono altri siti che hanno parlato dell’iniziativa, insieme a Games Village, su cui è uscita una bella recensione dello specialista di avventure Fabio D’Anna.

Da qualche settimana, i ragazzi del Marconi sono al lavoro sul terzo gioco della serie, che proporrò un altro spettacolare viaggio nel tempo, la cui destinazione è ancora top secret. Intanto, vi invito a scaricare e provare Fuga dall’Acropoli e a scrivere le vostre impressioni sul forum di OldGamesItalia dedicato al gioco. Come sempre, ci farà piacere leggere le vostre impressioni e rispondere alle vostre domande.