In arrivo Sogno di Sangue, lo spin-off di Darkiss

Come annunciato poco fa da Roberto Bertoni in una news sul sito di Adventure’s Planet, è iniziato il conto alla rovescia per l’uscita dello spin-off di Darkiss: -10! Tra dieci giorni esatti, sabato 20 giugno, Sogno di Sangue sarà on line sul sito dell’host ufficiale Programmigratis.org portando alla ribalta il “cattivo” della serie: il professor George Anderson, che in realtà cattivo non è, visto che si batte contro le forze del male, rappresentate (anche) dal vampiro Martin Voigt, protagonista dei primi due Darkiss.

Proprio Anderson è stato l’uomo che ha posto fine alle malefatte di Voigt, conficcandogli un paletto nel cuore, dopo aver scovato il suo rifugio segreto, celato sul fondo di un’oscura grotta. Martin però è tornato in vita grazie a un sortilegio della vampira madre Lilith e, dopo essersi recato nella dimensione infernale di Ovranilla per incontrare le sacerdotesse del dio Valmar, ha ottenuto il potere di resistere alla luce del sole per sé e per tutti i suoi tenebrosi compagni. Ora, il Regno di Darkiss, senza più punti deboli, è pronto a dichiarare guerra al genere umano, per sottometterlo al dominio dei non morti.

George Anderson, insieme alla sua equipe di scienziati dell’occulto, è l’unico che possa fermare l’avanzata del Regno di Darkiss. La trama di Sogno di sangue lo vedrà alle prese con una missione ai limiti dell’impossibile: raggiungere in sogno la misteriosa landa di Kerjo, un luogo ai confini della realtà, in cui dovrebbe trovarsi l’arma in grado di sovvertire le sorti dello scontro.

Quali pericoli dovrà sfidare Anderson a Kerjo per salvare la terra dalla distruzione? Quali misteri dovrà risolvere? Quali mostri dovrà affrontare? Quale sarà l’arma che dovrà trovare? La risposta a queste domande arriverà la mattina di sabato 20 su Programmigratis.org. Restate sintonizzati!

25.000 volte grazie!

Venerdì 17!Venerdì 17 ha portato decisamente fortuna a Darkiss 1, che proprio oggi ha raggiunto (e già superato) i 25.000 download, grazie alla somma di quelli registrati dai principali host del gioco: Programmigratis.org, Softonic, TiscaliTNT Village e Programmi.com. Un risultato strabiliane per un gioco indie, per di più interamente testuale, lontano dalle mode del momento ma, a quanto pare, non dai gusti del pubblico, che ormai ha imparato a conoscere e apprezzare queste particolari opere di artigianato videoludico, dai risvolti metaletterari.

In questi quattro anni (e qualche mese), siete stati tantissimi a scrivermi per chiedere aiuti per andare avanti nella storia e condividere le vostre impressioni sul gioco. Molti di voi mi hanno detto di aver trovato il gioco per caso, spesso cercando tutt’altro, con Google.

Chi è riuscito a superare l’iniziale disorientamento dovuto alla particolare interfaccia a linea di comando, si è appassionato alle peripezie sanguinarie di Martin V. e, dopo aver scritto il proprio nome nella Cripta, ha deciso di dargli manforte anche nel suo viaggio infernale a Ovranilla.

Con i vostri commenti, positivi ma talvolta anche negativi, i consigli, le critiche, le idee, le proposte di collaborazione, il supporto al beta testing, mi avete offerto un’occasione di crescita incredibile che, dopo Darkiss 2, spero mi servirà a chiudere degnamente la trilogia dedicata alle malefatte del vampiro più assetato del web!

Intanto, tra qualche settimana, dovrebbe essere finalmente on line lo spin-off dedicato al cattivo della serie, il professor George Anderson, che si lancerà in un’impresa ai limiti dell’impossibili (e anche oltre!) per trovare l’unica arma in grado di contrastare l’avvento del regno di Darkiss sulla Terra.

Sto anche lavorando a una nuova edizione de Il giardino incantato che renderà l’avventura più snella e intuitiva, per adattarla ai moderni standard di gioco. Proseguono inoltre i progetti di gamification che sto seguendo per conto di varie scuole e aziende: alla fine chissà che non esca qualche nuova avventura da giocare tra un Darkiss e l’altro!

Grazie ancora per il supporto che avete dato in questi anni alle mie opere di game design. È stato anche bello giocare le avventure che qualcuno di voi ha scritto dopo aver provato le mie, come nei casi di Lazzara & Paterniti e Mariano Sassi. A questo proposito, chi volesse cimentarsi con la scrittura di una nuova interactive fiction da qualche settimana potrà contare anche sul corso di programmazione in Inform 6 che proprio Sassi sta pubblicando a puntate sul suo sito McBones.

A presto! 😉

The Strain, i vampiri in tv sono di nuovo cattivi

Il sogno di Guillermo del Toro e Chuck Hogan di realizzare una serie tv su vampiri tutt’altro che dolci e romantici (ogni riferimento a Twilight e The Vampire Diaries è puramente voluto) è diventato finalmente realtà. A pochi anni dall’uscita dei loro romanzi di (grosso) successo, The Strain è arrivato sul piccolo schermo con un ambizioso progetto che prevede la realizzazione di almeno tre stagioni dedicate alla lotta dell’epidemiologo Ephraim Goodweather contro i principi della notte.

Tutto comincia all’aeroporto di New York con il ritrovamento, dopo un atterraggio anomalo, di un aereo apparentemente ‘fantasma’. Le luci sono spente, i finestrini (quasi tutti) chiusi, le porte sigillate. Dall’interno non proviene alcun segno di vita, eppure dovrebbero esserci più di duecento persone, tra l’equipaggio e i passeggeri.

Una volta salito a bordo insieme alla sua collega Nora Martinez, Goodweather scoprirà che sono tutti morti, o quasi. Quattro persone, tra le quali un famoso musicista metal, Gabriel Bolivar, sembrano essere sopravvissute al misterioso ‘incidente’ che ha causato una vera e propria strage, lasciando in giro tracce inquietanti, come un forte odore di ammoniaca, aloni biancastri visibili solo alla luce ultravioletta, alcuni vermi lunghi e sottili (che a quanto pare sono i veri portatori del terribile virus) e una gigantesca cassa piena di terra, che poi si scoprirà essere una bara.

Solo un vecchio professore di origine armena, Abraham Setrakian, che gestisce un banco dei pegni nei sobborghi della metropoli, sembra sapere che cosa sta succedendo. Ma il suo tentativo di mettersi in contatto con Goodweather fallirà, e la sparizione della bara dal deposito dell’aeroporto darà inizio a una escalation di orrore e violenza che sembra promettere molto bene per le prossime puntate della serie, in vista di una invasione di New York da parte delle forze del male.

Nato proprio come progetto per la tv e poi diventato un romanzo horror per la mancanza di budget, The Strain segna il ritorno in grande stile dei vampiri cattivi sul piccolo schermo. Dopo che serie come Moonlight, True Blood e soprattutto The Vampire Diaries, oltre che i romanzi e i film di Twilight, ci avevano fatto credere che ci fossero concrete possibilità di coesistenza tra i mostri succhia sangue e il resto del genere umano, l’opera di del Toro e Hogan, che schiera nel cast Corey Stoll, David Bradley e la bellissima Mia Maestro, sembra riportarci ai cari vecchi tempi di Dracula, Kurt Barlow, Lord Ruthwen, con vampiri e umani a combattersi letteralmente all’ultima sangue, in maniera trucida, ma anche vibrante, che dispensa suspense a piene mani.

La prima puntata di The Strain, andata in onda negli Stati Uniti lo scorso 13 luglio, è stata accolta da un grosso successo di critica e pubblico e ha creato grosse aspettative per il prosieguo della serie, che speriamo non vadano deluse.

Darkiss 2 sul blog di Club GHoST

Grazie all’amico Massimo Ferrara, storico promotore di vari (e acclamati) progetti di narrativa underground (tra cui la mitica antologia Altrove), da ieri Darkiss 2 è anche sul blog del Club GHoST, dove nel novembre del 2012 era già apparso Darkiss 1.

Siete pronti per un viaggio all’inferno? è il simpatico titolo dell’articolo che segnala il ritorno in azione del malefico vampiro Martin Voigt insieme alle peculiarità del gioco, tra cui le famigerate trasformazioni del mostro succhia sangue in pipistrello, lupo e nebbia, indispensabili per giungere sani e salvi alla fine della storia.

Grande appassionato di videogiochi indie e di avventure testuali, Massimo Ferrara oltre ad aver dato alle stampe i libri di molti scrittori horror italiani ha anche realizzato nel 2003 il cd Cyber Ghost, una raccolta di contenuti multi mediali in cui spiccava una directory interamente dedicata alle opere più popolari del panorama italiano dell’interactive fiction, tra cui l’ammiraglia di “casa Vallarino” Enigma.

Intervista a tutto horror su Dark Veins

Probabilmente molti voi preferirebbero vedermi al lavoro su Darkiss 3, ma ormai mi conoscete bene e sapete quanto mi piace parlare di tutto ciò che è strano, misterioso, oscuro e fa paura. Così mi sono lasciato tentare dal sito di cultura horror Dark Veins, su cui recentemente sono apparsi anche la modella gotica Necrinity e i registi Paolo Fazzini e Lorenzo Bianchini, e ho chiesto udienza ai responsabili Cerbero e Lady of Sorrow, che mi hanno subito accontentato sottoponendomi a una delle più intricate e approfondite interviste della mia vita, un autentico fuoco di fila di domande che mi ha permesso di raccontare nei minimi dettagli sia la mia vita professionale che quella privata di appassionato dei più terrificanti videogiochi, libri, film e fumetti.

Perciò, se volete sapere come ho iniziato a scrivere giochi e racconti, come sono arrivato a pubblicare il mio primo libro (Ombre, esauritissimo dal 2001), perché mi piacciono l’horror, il thriller, il noir, quali sono i miei film e libri preferiti, a quali progetti sto lavorando adesso, potete leggere il bel servizio confezionato da Barbara Torretti, che sarebbe anche un bel modo per ingannare l’attesa dell’uscita di Darkiss 3 o dello spin-off dedicato al professor Anderson.

Colgo l’occasione per farvi i miei migliori auguri di buona Pasqua e buona Pasquetta. Se in questi giorni di vacanza siete in cerca di nuove avventure testuali con cui cimentarvi, vi segnalo che dal mese scorso è on line La vita? Non venitemi a parlare della vita, opera di esordio nel campo dell’interactive fiction di Mariano Sassi, autore emergente (e beta tester di Darkiss 2) che pare sia già al lavoro su un secondo gioco. Buon divertimento!

Le vampire di Praga, un romanzo horror di Andrea Carlo Cappi

Per festeggiare in maniera ‘congrua’ i 20.000 download di Darkiss 1 ho deciso di regalarmi questo romanzo horror dell’amico Andrea Carlo Cappi, acclamato scrittore e sceneggiatore milanese con cui ho condiviso tante ‘battaglie’ letterarie, tra le quali la super antologia di racconti ‘crudeli’ Anime nere reloaded uscita nel 2008 nei blasonati Oscar Mondadori.

Il libro in realtà deve ancora arrivarmi, per cui non posso sbilanciarmi a scrivere una recensione. Immagino comunque vi farà piacere avere qualche dato sull’opera, per meditare su un eventuale acquisto. Presentato come “una bruciante miscela di suggestioni da cinema e fumetti anni 70”, l’opera di Cappi è un thriller erotico ultra moderno che “arriva dove nessuna storia di vampiri ha mai osato spingersi finora”, presentando dopo i successi mondiali di Twilight e delle 50 sfumature “una nuova dimensione dell’horror e dell’eros”.

Protagonista della vivace e conturbante storia è Rhona, la donna dai capelli rossi che si esibisce tutte le sere al Danse Macabre di Praga. Dal suo aspetto sembrerebbe avere vent’anni, ma in realtà ne ha più di centoquaranta. Nel 1890 è stata contaminata dal virus che ha fatto di lei una vampira, un essere immortale che si nutre di sangue e spesso ricorre al proprio magnetismo sessuale per procurarsi le prede.

Rhona sa che, se la polizia notasse uno schema riconoscibile nelle sue vittime, la notizia arriverebbe alla Lex, organizzazione privata dai fondi illimitati votata alla distruzione della sua razza. Per questo va a caccia nel sottobosco criminale della città, attenta a non lasciare tracce e scegliendo vittime su cui la polizia non perderà troppo tempo a indagare. Finché una notte, di fronte a una ragazza in fin di vita dopo uno snuff movie, non cede alla tentazione di salvarla, rendendola uguale a sé. Ora ha una compagna, una amante, un’allieva. Ma creare una nuova vampira è sempre un rischio. A volte un suicidio…

Personalmente ho acquistato Le vampire di Praga su Amazon, con un bello sconto del 15%, comunque credo possiate trovare il libro anche su tutti gli altri bookstore di Internet e ovviamente anche nelle librerie.

Restando in tema di narrativa ‘non interattiva’ vi ricordo che da qualche settimana è on line sullo Zodiac Store una versione ‘deluxe’ (e gratuita) di Darkiss 1 che comprende anche il mio racconto horror “Il vampiro di Triora”, il cui protagonista decide di provare a emulare a suo modo le efferate gesta di Martin Voigt, con conseguenze catastrofiche…

A piedi nudi nel sangue

A piedi nudi nel sangue è il titolo del mio racconto pubblicato nella antologia Horror Lovers dell’editore genovese Marco Cordero. Un progetto curato dal giornalista e scrittore Gianfranco Staltari, già webmaster del portale Horror Magazine, che per l’occasione ha riunito intorno a sé autori di prim’ordine del panorama horror nostrano come Paolo Di Orazio, Claudio Vergnani, Giulia Besa, Stefano Fantelli e il sottoscritto Marco Vallarino 🙂

Nella mia storia, introdotta come le altre da una splendida illustrazione, non ci sono vampiri come in Darkiss, ma spero che il fantasma di cui si innamora perdutamente la protagonista sia sufficientemente perfido e misterioso per conquistare le vostre simpatie.

Presentato in anteprima il 14 settembre ai Delos Days organizzati all’Università Europea degli Sport della Mente di Milano, il volume sarà presto disponibile sia in libreria che su Internet in ebook e in una speciale versione per non vedenti.

Intanto continua a far parlare di sé la mia nuova avventura testuale Ayon, ambientata nel mondo della spray art, che questo mese ha fatto breccia nel cuore della stampa generalista, ricevendo lusinghiere segnalazioni dai siti di XL, Repubblica di Genova, Lettera43.

Darkiss sul quotidiano online Il Vostro

Dopo le belle segnalazioni ricevute da importanti siti specializzati di videogame e horror come Gamemag, Orgoglio Nerd, Club GHoST, Borderfiction, lo scorso weekend Darkiss è tornato a fare capolino su un giornale di informazione generalista. Grazie alla gentilezza di Cristina Malaguti e Fabio Di Todaro, l’avventura testuale che narra le terrificanti peripezie del vampiro Martin Voigt è sbarcata sulle pagine elettroniche del quotidiano on line Il Vostro, con un bel servizio intitolato Darkiss! Il bacio del vampiro: ecco il videogioco per chi ama l’horror.

Approfitto dell’occasione per segnalarvi che sono agli sgoccioli le votazioni del concorso letterario Realtà in gioco del sito Multiplayer. Il mio racconto horror Alice nel paese dei mostri è in gara per conquistare un posto nella antologia che l’editore pubblicherà a maggio e tra l’altro nella storia c’è pure una breve ma sufficientemente perfida apparizione di Martin V. Buona lettura e grazie per gli eventuali click!