Istruzioni

Scarica e gioca gratis Darkiss sul tuo computer o cellularePer giocare a Darkiss è sufficiente scaricare il file darkiss.zip (tramite l’host Programmigratis.org) e poi scegliere la configurazione di gioco migliore per le proprie esigenze in base al sistema operativo in uso:

Il file darkiss.zip contiene il file Darkiss_Setup.exe auto installante per Windows, il pacchetto Darkiss.deb per Ubuntu, Debian, Mint e le distro GNU/Linux derivate, e i file Darkiss.z5 e Darkiss.ulx multi piattaforma che girano su tutti i sistemi operativi, insieme a un manuale d’uso in pdf, a una pagina di istruzioni in txt e al file Darkiss.ini che, utilizzando l’interprete gratuito Gargoyle, permette di modificare a piacimento la grandezza e il colore dei caratteri e dello schermo.

Per sapere come giocare a un’avventura testuale è possibile vedere un breve video dimostrativo su YouTube oppure leggere la cartolina How To Play Interactive Fiction realizzata da Andrew Plotkin e Lea Albaugh (e tradotta in italiano da Marco Falcinelli) che illustra i fondamentali di gioco di una avventura testuale. Durante il gioco si può inoltre accedere a un’esauriente pagina di istruzioni tramite il comando >istruzioni.

Windows

Il file darkiss.zip contiene un pratico file auto installante Darkiss_Setup.exe che, su qualunque versione versione di Windows da XP in poi, permetterà di installare l’avventura nel menu delle applicazioni con un collegamento sul desktop. In alternativa, è possibile aprire il file multi piattaforma Darkiss.z5 con un interprete gratuito come Gargoyle o WindowsFrotz, che permette di configurare a piacimento la grandezza e il colore del testo.

Gli utenti non vedenti potranno invece utilizzare il file Darkiss.ulx con l’interprete WinGlulxe che fornisce un servizio di sintesi vocale.

Google Android

L'avventura testuale Darkiss sul tablet Nexus 7Dopo aver scaricato il file darkiss.zip che contiene il file multi piattaforma Darkiss.z5 utilizzabile sui dispositivi mobili come smartphone e tablet, occorre installare dal Play Store di Google un interprete gratuito come Text Fiction.

Se decidi di utilizzare Text Fiction – che personalmente ti consiglio – il file Darkiss.z5 andrà copiato nella cartella Download del file system del tuo dispositivo, per poi essere importato nella libreria dell’interprete con l’apposito comando, che troverai in alto a destra. Il settaggio iniziale dell’interprete è per la lingua inglese, ma tenendo premuto sulle icone delle azioni e sui lati dello schermo (che corrispondono a >nord, >sud, >est, >ovest) potrai riconfigurare i comandi in italiano 😉 Le preferenze (settings) del programma permettono inoltre di scegliere la grandezza del carattere e il tipo, oltre che lo stile dell’interfaccia.

Altri interpreti che potrete provare su Google Android sono Son of Hunky Punk, Twisty e ZMPP che però a mio avviso sono meno pratici da usare di Text Fiction, che permette anche di leggere il testo dei giochi con un eventuale programma di sintesi vocale.

iOS

L'avventura testuale Darkiss in versione mobile su iPadGli utenti di iPad e iPhone della Apple di qualsiasi serie e dimensione dovranno scaricare dall’App store l’interprete gratuito Frotz e poi tramite Select Story e Browse IFDB cercare la pagina del gioco sul database mondiale dell’Interactive Fiction per aggiungere Darkiss 1  all’elenco delle storie disponibili, scaricando sul dispositivo il relativo file Darkiss.z5 dall’Interactive Fiction Archive.

A quel punto, dopo aver scelto l’avventura dal menu di sinistra, per iniziare a giocare basta cliccare su Play Story in basso a destra.

Dall’Interactive Fiction Archive si possono scaricare anche gli story file di Darkiss 2 e dello spin-off Sogno di Sangue.

Mac OS

Chi usa il Mac potrà giocare a Darkiss installando un interprete gratuito come Gargoyle o Zoom, disponibili entrambi in formato dmg, per aprire il file multi piattaforma Darkiss.z5.

Ubuntu, Debian, Mint e distro GNU/Linux derivate

In giro per la rete dev’esserci ancora il pacchetto autoinstallante Darkiss.deb che avevo realizzato nel 2012 con l’aiuto dello sviluppatore Debian Luca Bruno. Ma si tratta di una versione vecchia del gioco. Perciò vi consiglio di utilizzare il file multipiattaforma Darkiss.z5 – che trovate nello zip del gioco – con uno degli interpreti gratuiti che potete (molto) facilmente installare da riga da comando oppure dall’applicazione che gestisce il vostro sistema di pacchetti. Provate a cercare con (sudo) apt-cache search Gargoyle (gargoyle-free), Frotz (frotz), Fizmo (fizmo-ncursesw).

Arch Linux

Essendo io stesso un utente di Arch Linux, ho ravattato abbastanza nei repository di questa distro meravigliosa da trovare almeno tre intepreti gratuiti da utilizzare per aprire il file multi piattaforma Darkiss.z5: Gargoyle, Fizmo e Zoom. Non essendo pacchetti ufficiali non si possono installare tramite Pacman: bisogna scaricare il tarball e poi compilare, ma se siete utenti di Arch sono sicuro che non avrete problemi a farlo! Comunque sarebbe tempo che almeno Gargoyle entrasse a far parte del repository ufficiale della distro.

FreeBSD

Darkiss 1 su FreeBsdLa Berkeley Software Distribution è un altro magnifico sistema operativo Unix-like con cui ogni tanto mi piace trafficare. E anche qui si può giocare a Darkiss (e alle altre avventure testuali multipiattaforma) senza problemi. Basta installare da linea di comando un interprete gratuito come Frotz o Zoom e usarlo per lanciare il file Darkiss.z5.

Da root pkg install frotz e pkg install zoom dovrebbero funzionare egregiamente, immagino anche su PC-BSD e gli altri sistemi operativi della famiglia BSD. La differenza è che Frotz gira dentro il terminale, Zoom fuori.

J2ME

Confesso di non aver mai avuto un Blackberry, ma a quanto pare si può giocare a Darkiss anche su J2ME grazie a JFrotz.

Commodore 64

Nel dicembre del 2016, il programmatore svedese Fredrik Ramsberg ha realizzato una compilation di ‘moderne’ avventure multipiattaforma degli anni 80 e 90 in formato rom per Commodore 64. Tra queste, insieme a grandi classici del mercato anglofono come Curses, All Roads, Balances, Shade, Wearing the Claw e alla mitica Adventure di Crowther & Woods, c’è anche l’edizione inglese di Darkiss 1, realizzata nel 2015 per l’IF Comp.

L’altisonante titolo della raccolta è The Post Infocom Text Adventure Collection e potete scaricarla da Microheaven.com. Naturalmente per avviare le rom delle avventure vi servirà un interprete dedicato, come Vice.

Altre piattaforme: Unix, Amiga…

Per giocare a Darkiss su altre piattaforme c’è ancora questo nutrito elenco di link.

Come cambiare le dimensioni e il colore dei caratteri e dello schermo

Usando il file Darkiss.z5 con l’interprete Gargoyle è possibile configurare l’ambiente di gioco tramite il file Darkiss.ini che però dovrà sempre essere nella stessa cartella e avere lo stesso nome del file del gioco.

Alla riga 73 il valore di propsize, inizialmente settato a 18, indica la grandezza del carattere della finestra di testo principale.

Alla riga 74 il valore di monosize, inizialmente settato a 16, indica la grandezza del carattere della barra di stato, quella rossa che si trova in cima allo schermo.

Potete modificare a piacimento entrambi valori, ricordandovi poi di salvare il file per rendere le modifiche attive.

Alla riga 131 potete modificare il colore dello sfondo, inizialmente settato a nero in formato esadecimale: red 00, green 00, blue 00.

Dalla riga 137 alla riga 147 potete modificare il colore del testo della finestra di testo principale (nota come buffer window) nei suoi vari possibili stili.

Dalla riga 150 alla riga 160 potete fare lo stesso col testo della barra di stato.

Il file Darkiss.ini è comunque ricco di #commenti che illustrano ogni elenco di valori.

Torrent

Il file darkiss-il-bacio-del-vampiro.zip può anche essere scaricato tramite il protocollo BitTorrent dal sito TNT Village.